Seleziona una pagina

Se il Maramures è 50 anni indietro rispetto al resto dell’Europa, Breb è 50 anni indietro rispetto al Maramures.
Breb, un piccolo paese tra Sighetu Marmatiei e Baia Mare, noto in Romania solo perchè Carlo d’Inghilterra ha acquitato qui due delle storiche case in legno, abbandonate a se stesse ma ancora bellissime nonostante il degrado.
Ricordo di esserci stato per la prima volta durante il workshop di settembre del 2017.
Passeggiavamo in cerca di fotografie, lungo le strade sterrate, tra meravigliose case in legno quando, un signore anziano con in testa il loro tipico cappello, ci invita ad entrare in casa, aveva il viso tondo e le guance piene di cuperose (è l’uomo nella foto di testa).
Tutto intorno alla casa un terreno con animali da pascolo, cani e gatti.
Comunicando solo a gesti ci fece da guida, mostrandoci orgoglioso la sua proprietà.
La casa con pareti colorate di azzurro era piena di simboli, tende e stoffe colorate tipiche della zona, nell’aia intorno alla casa ci mostrava i suoi animali: galline, pecore e mucche, spiegandoci a gesti il funzionamento dei macchinari in legno, auto-costruiti, che usava per la coltivazione e la lavorazione dei prodotti dei suoi campi.
Persino il frantoio per le olive, fatto da un tronco che faceva da maglio e che se fatto oscillare batteva su un cuneo che schiacciava il piano sopra alle olive producendo olio a freddo.
Ci chiedeva fotografie mentre ci portava in giro, ci raccontava a gesti la sua storia.
Rientrati in casa si avvicinò ad un mobile, aprì uno sportello e tirò fuori una scatola di latta di quelle dei biscotti, vecchia quasi quanto lui.
La aprì e iniziò a tirar fuori antiche fotografie, alcune ingiallite, tutte rigorosamente conservate in fogli di carta piegati, era lui da giovane, ci mostrava, cercando sempre di spiegarci a gesti, tutte le fasi della sua vita.
Finito di guardarle le rimette nella scatola con la cura che si ha solo per le cose preziose all’anima e ci fa cenno di seguirlo.
Entra in un’altra piccola stanza dove c’erano tre recipienti cilindrici di plastica azzurra da circa 50 litri l’uno, ne scopre uno, prende un mestolo e tira su il liquido che era all’interno invitandomi a bere, lo faccio circondato dal coro di “no, non bere” degli altri componenti del gruppo. Era una straordinaria grappa di prugne, la “Palinca”, la mia espressione dopo averla assaggiata, convinse tutti a provarla.
Finito il giro della sua proprietà ci porta in una casa confinante abitata da un’altra persona anziana: Joau. Ricordo che non aveva scarpe e a giudicare dallo stato dei piedi, forse non le aveva mai avute.
La cucina era composta da qualche mensola ed un tavolo con due vecchie sedie di paglia sfilacciata; si siede nella penombra di una casa senza energia elettrica e si mette in posa chiedendo delle fotografie. Mentre le facciamo ci spiega sempre a gesti, che ne voleva una per la sua tomba e se,tornando da quelel parti, potevamo portargliela.

Nicolae, il primo ad averci aperto la sua casa a Breb. Ci ha fatto assaggiare la sua straordinaria Palinca.

Joau, vive in una piccola casa senza energia elettrica.
Ha stracci legati ai piedi come scarpe.

Carri trainati da uno o due cavalli sono il mezzo di trasporto e di lavoro più diffuso.

Caratteristica casa di Breb. Due di queste sono state comprate da Carlo d’Inghilterra ma sono abbandonate.

Scrivi “Maramures” nel campo di ricerca in alto per visualizzare tutti gli articoli su questa regione.

Vuoi fotografare questo paesino perduto nel tempo?
Segui il nostro calendario su PhTours.eu e partecipa al prossimo workshop nel Maramures.
Se non trovi questo workshop in calendario contattami tramite il form sul sito per sapere quando sarà programmato.